Caldo e forte, l’Irish Coffee è un classico cocktail autunnale. La leggenda vuole sia stato inventato nel 1942 in Irlanda, precisamente all’aeroporto di Shannon. Il gestore del bar dell’aeroporto, Joe Sheridan,  lo propose a dei passeggeri infreddoliti che aspettavano un volo notturno. I clienti si fecero conquistare dal cocktail e domandarono se si trattasse di caffè brasiliano. Pare che la risposta fu: No, è un Irish Coffee”.

Tra i cocktails a base di whisky irlandese, l’Irish Coffe è indubbiamente il più conosciuto. In parte grazie al fatto di essere diventato particolarmente apprezzato nella comunità irlandesi in America, paese che poi l’ha portato in tutto il mondo. Ma veniamo alla ricetta. L’Irish Coffee viene preparato con zucchero di canna, whisky, caffè bollente e una copertura di panna fresca. Non va assolutamente mescolato ed è ottimo da gustare nelle fredde serate.

Ingredienti:

  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • 4 cl. Irish Whisky
  • 1 tazzina caffè espresso fatto con le capsule Mokito
  • q.b. panna montata

Preparazione:

In un bicchiere capiente stemperate 2 cucchiaini di zucchero di canna con 4 cl di Irish whisky e una tazzina di caffè bollente.
Guarnite la bevanda con la panna fresca. Per far si che questa non si amalgami al cocktail ma resti in superficie, versatela aiutandovi con un cucchiaio. Tendo il cucchiaio rivolto verso il basso, molto vicino al bicchiere, fate scorrere la panna lungo il dorso del cucchiaio. In tal modo la panna scorrerà lentamente e galleggerà sul caffè. L’Irish COfee va servito subito, bello caldo e  non mescolato.

 

Pin It on Pinterest